Quando mi capita di raccontare alle persone che sono istruttore di Daoyin di solito mi vengono poste alcune domande, tipiche di chi non ha mai sentito parlare di questa pratica. Anche se «Vieni e prova!» sarebbe l’unica e vera risposta, cercherò di rispondere alle curiosità più comuni …

Il Daoyin è davvero per tutti?

Il Daoyin è una ginnastica completa: davvero per tutti e per tutte le età. Può essere praticato da chiunque: bambini, giovani e anziani, sedentari e sportivi, uomini e donne.  Trattandosi di una ginnastica dolce ognuno eseguirà gli esercizi secondo quelle che sono le sue caratteristiche e possibilità. Piano piano, con gradualità e impegno,  tutti miglioreranno l’esecuzione degli esercizi e noteranno progressi e benefici, sia a livello fisico (postura, flessibilità, energia, equilibrio etc..) che mentale (rilassamento, concentrazione). In casi particolari, come anziani o persone con patologie, sarà compito dell’istruttore adattare gli esercizi. Per le persone che praticano altri sport il Daoyin è un’ottima attività da integrare negli allenamenti.

Il Daoyin è facile o difficile?

L’apprendimento del Daoyin è semplice e progressivo. Non necessita di nessuna attrezzatura e si può praticare in qualsiasi luogo, sia al chiuso che all’aperto. Gradualmente si imparano i movimenti, poi si integrano con la respirazione e la concentrazione mentale. La varietà degli esercizi e la grazia data dai gesti fluidi e morbidi, rendono il Daoyin piacevole e mai noioso.

Il Daoyin è simile allo yoga?

In occidente il Daoyin è spesso presentato come “yoga cinese”.  In entrambi i casi si tratta di pratiche antichissime (il Daoyin nasce nel IV sec. a.C. in Cina) legate alle Medicine Tradizionali  (cinese per il Daoyin, ayurvedica per lo yoga), con elementi in comune come la circolazione dell’energia (qi nel Daoyin e prana nello yoga) e stimolazione dei centri energetici (dantian e punti di agopuntura nel Daoyin, chakra nello yoga). Penso di non sbagliare dicendo che Daoyin e yoga sono cugini. Personalmente li ho provati entrambi: poi ho scelto il Daoyin.

Il Daoyin è un’arte marziale? Che differenza c’è con il Taijiquan?

Se Daoyin e Yoga sono cugini, sicuramente Daoyin e Taijiquan sono fratelli. E come tutti i fratelli, se a prima vista sembrano quasi uguali, conoscendoli bene si scoprono con delle personalità differenti. Pur avendo origini comuni e sembrando, agli occhi di profani, entrambe attività composte da movimenti dolci e armonici, il Daoyin si è evoluto come sistema ginnico centrato sul benessere e la prevenzione delle malattie mentre il Taijiquan è una vera e propria arte marziale interna, basata sul combattimento. Fatte queste premesse va detto che molti praticanti del Daoyin praticano anche il Taijiquan e viceversa.

Il Daoyin e il Qigong sono la stessa cosa?

Il Daoyin è conosciuto, soprattutto al di fuori della Cina, anche con il nome Qigong.  Pur essendo ormai usati come sinonimi,  secondo alcuni storici cinesi, questi due termini indicherebbero due discipline leggermente differenti: più ginnico e dinamico il Daoyin, più statico e meditativo il Qigong.

Cosa vuol dire che il Daoyin è basato sulla Medicina Tradizionale Cinese?

Fin dalle sue origini il Daoyin rientra fra le pratiche olistiche personali, come dieta, automassaggi e meditazione, che affiancano le principali terapie della Medicina Tradizionale Cinese, alcune delle quali recentemente riconosciute dall’OMS (farmacopea, agopuntura, moxibustione). Il professor Zhang Guangde ha costruito gli esercizi proprio basandosi sui principi della Medicina Tradizionale Cinese, dividendoli in attività per prevenire disturbi e malattie nei vari organi del corpo. Abbiamo infatti esercizi per: la salute generale, i polmoni, i muscoli, il cuore, i reni, lo stomaco, etc… etc…

Cosa vuol dire che il Daoyin è una ginnastica energetica?

L’agopuntura e la Medicina Tradizionale Cinese si basano sulla circolazione dell’energia vitale (Qi) all’interno del corpo umano. Uno degli scopi del Daoyin è proprio quello di stimolare e rendere fluida la circolazione del Qi all’interno del circuito dei meridiani. Per fare ciò gli esercizi comprendono torsioni, piegamenti, flessioni, nonché lo stimolo dei principali punti di agopuntura con l’automassaggio e con piccoli colpi  o pressioni fatti con le dita o con  i pugni.

Quali benefici alla salute apporta il Daoyin?

Il Daoyin rilassa la mente e aumenta la concentrazione.  Allunga e tonifica i muscoli, migliora la postura, la flessibilità, l’equilibrio e la resistenza. Se praticato con costanza regola la pressione sanguigna, concilia il sonno, aumenta il metabolismo, favorendo la digestione e la termogenesi dei grassi. Sia in Cina che in Occidente sono state condotte sperimentazioni cliniche e ospedaliere che ne hanno testato l’efficacia.

Per praticare il Daoyin devo studiare la Medicina Tradizionale Cinese? Oppure devo studiare il Cinese?

Assolutamente no! Gli allievi devono semplicemente eseguire gli esercizi seguendo le indicazioni e i consigli degli istruttori! Logicamente istruttori e insegnanti si sono formati studiando gli elementi di Medicina Tradizionale Cinese su cui si basa il Daoyin perciò, nei limiti del possibile, sono disponibili a rispondere alle eventuali domande degli allievi. Allo stesso modo nessuno, ne’ istruttori ne’ allievi, deve imparare il Cinese. In caso di eventuali seminari con insegnanti cinesi saranno gli organizzatori a preoccuparsi della presenza di traduttori…

Chi insegna il Daoyin in Italia?

La Daoyin Italia – Istituto Zhang Guangde è l’associazione voluta e riconosciuta dal Prof. Zhang Guangde  allo scopo di divulgare in Italia il metodo ginnico Daoyin Yangshenggong. E’ stata fondata nel 1997 da Fabio Smolari, allievo diretto di Zhang Guangde, nonché uno dei primi europei a praticare e insegnare il Daoyin (Fabio si è diplomato in Daoyin all’università dello sport di Pechino nel 1993).  Da oltre 20 anni la Daoyin Italia – Istituto Zhang Guangde forma gli istruttori di Daoyin, fornendo una meticolosa preparazione teorica e pratica certificata da vari esami durante il periodo di formazione e da un esame finale alla fine del percorso di studio. Un istruttore diplomato alla Daoyin Italia – Istituto Zhang Guangde è sempre aggiornato perchè partecipa regolarmente a seminari e percorsi di aggiornamento periodici.

Rispondi